La grande lezione di Mattarella sul dovere della memoria

L’intervento del Presidente della Repubblica Italiana in occasione della cerimonia di commemorazione del 75° anniversario delle stragi del Comune di Fivizzano alla presenza del Presidente della Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier

Signor Presidente della Repubblica Federale di Germania,

Signor Presidente della Regione Toscana Rossi,

Signor Sindaco Giannetti e cittadine e cittadini e di Fivizzano,

siamo qui per rendere omaggio a vittime, a comunità, a luoghi, verso i quali, durante la Seconda guerra mondiale, la disumanità nazifascista manifestò tutta la propria ferocia.

Presidente Steinmeier,

l’Italia Le è grata per avere voluto intervenire qui, oggi, alla commemorazione del 75° anniversario delle stragi perpetrate nel Comune di Fivizzano.

La Sua sensibilità, Presidente, nei confronti del valore della memoria è ben nota.

Ella ha voluto testimoniarla sin dal Suo primo viaggio a Roma, da Presidente neoeletto della amica Repubblica Federale Tedesca, nel maggio del 2017, con la Sua visita al Mausoleo dei Caduti delle Fosse Ardeatine.

Continua a leggere “La grande lezione di Mattarella sul dovere della memoria”

Nespolo: “Il 25 luglio è festa grande. Facciamo tutti insieme antifascismo, democrazia e pace”

Il servizio di Repubblica.it – con una dichiarazione in esclusiva della Presidente nazionale ANPI – sulla Pastasciutta antifascista promossa dall’Associazione in tutta Italia per celebrare il 76° anniversario della caduta del fascismo

La dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo:

“Il 25 luglio è festa grande per il nostro Paese. Si celebra infatti la caduta del regime criminale di Benito Mussolini. E l’ANPI sarà impegnata, in tutta Italia, in decine e decine di iniziative di memoria attiva. Ricordando la famosa “pastasciuttata” a Campegine offerta dai Cervi lanceremo un messaggio chiaro: il fascismo è e resterà un crimine. Sono intollerabili, oltreché illegali, tutte le manifestazioni apologetiche, cortei in orbace, saluti romani, ma soprattutto le violenze razzistiche. Diremo, inoltre, con forza che le tentazioni autoritaristiche, le barricate disumane contro i deboli in fuga dalle guerre e dalle torture sono fuori dalla Costituzione. Invitiamo tutte le cittadine e i cittadini a partecipare alle iniziative, a fare insieme e sempre di più antifascismo, democrazia e pace”.

Continua a leggere l’articolo su Repubblica

Il fascismo è un crimine 3/3

Pubblichiamo l’ultimo dei 3 video curati dall’ANPI Nazionale sui crimini commessi dal fascismo fin dalla sua nascita.

CAROLA RACKETE LIBERA SUBITO

Carola Rackete, Capitana della Sea Watch3, è agli arresti domiciliari e rischia da tre a dieci anni. Le accuse formulate sono pesantissime e dettate unicamente da vergognose ragioni politiche. L’Italia e l’Europa tutta sono diventati territori ostaggio del cinismo e della disumanità. Eppure Carola ha fatto l’unica cosa che bisognava fare: attraccare e portare in salvo i migranti soccorsi. Ma il suo coraggioso gesto di disobbedienza ha reso ancora più esplicita la violenza insita nell’attacco di questo Governo alle libertà fondamentali delle persone, un attacco condotto con un metodo che alimenta antichi odi e pregiudizi, ricorrendo cinicamente alla creazione di capri espiatori.

In tutto ciò non possiamo non sottolineare gli insulti sessisti che hanno accompagnato l’arresto di Carola Rackete da parte delle autorità italiane. La capacità di una donna di disobbedire, la sua autonomia di pensiero e la sua libertà di scelta, comunque ed ovunque vengano agite, fanno molta paura perché mettono in discussione dalle fondamenta tutto un sistema di potere.

La comandante Carola Rackete ha seguito con coraggio le leggi del mare e del diritto internazionale secondo le quali salvare vite in mare costituisce un preciso obbligo degli Stati e prevale su tutte le norme e gli accordi bilaterali finalizzati al contrasto dell’immigrazione irregolare.

Noi stiamo con Carola, alla quale esprimiamo tutta la nostra solidarietà, e ci mobiliteremo affinché quanto prima torni libera ed innocente.

Circolo Anpi di Ateneo “Carlo Rosselli” Siena

Nonunadimeno Siena

Atelier Vantaggio Donna

Centro culturale delle donne Mara Meoni

Movimento Pansessuale Arcigay Siena

Donne Internazionaliste

Comitato provinciale Anpi Siena

Dipartimento Pari Opportunità Cgil Siena

il fascismo è un crimine 2/3

Pubblichiamo il secondo di 3 video curati dall’ANPI Nazionale sui crimini commessi dal fascismo fin dalla sua nascita, realizzato da Silvia Folchi.


L’ANPI compie 75 anni

Pubblichiamo un articolo di Gianfranco Pagliarulo, uscito su Patria Indipendente:

E sono 75. Buon compleanno, ragazza! Nascesti nel giugno di allora, cara Anpi. E buon compleanno alle partigiane e ai partigiani, i sopravvissuti, che ancora sono testimonianza della stagione di dignità, di dolore e di amore che ci consentì di rinascere. Resistenza e Liberazione. Due parole calde, che si è cercato e si cerca di offuscare, oggi più di ieri, nel clima di solitudine e di torbido declino che avvolge il nostro Paese. E buon compleanno a tutte e tutti coloro che di questa Anpi fanno parte in una ininterrotta catena di generazioni e di ricordo che si autoalimenta e diventa memoria attiva, che dal passato assume l’energia per il presente e consente di disegnare un orizzonte, cioè un futuro, nel tempo in cui il futuro sembra che non ci sia più, trafugato da un’economia amorale e da una politica travolta e stravolta dal demagogo dell’urlo e dal vuoto ciarlatano del socialnetwork.

Continua a leggere su Patria Indipendente.

L’ANPI, RAGAZZA DEL ’44

“Senza passato non esistiamo”

La Presidente Nazionale ANPI, Carla Nespolo, intervistata dal quotidiano la Repubblica sul tema della memoria e della sua attualizzazione.

Visualizza l’intervista

Carta di Monticchiello: La provincia di Siena fa rete contro il fascismo e le discriminazioni

Venerdì 31 maggio, a Chiusi, nel Corso della 2a Festa della Costituzione organizzata dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, sette associazioni del territorio senese hanno sottoscritto la “Carta di Monticchiello – Agire per reagire”.     La Carta di Monticchiello è un patto sociale fra cittadini, istituzioni e associazioni che si impegnano a mettere in atto pratiche e azioni comuni che riflettano i valori dell’antifascismo e la tutela dei valori fondanti della Costituzione Italiana e che contrastino ogni forma di discriminazione etnica, sessuale, religiosa, politica e sociale.     La Carta è stata sottoscritta dal Comitato Provinciale Anpi di Siena, la CGIL Siena, il Comitato provinciale Arci di Siena, il Coordinamento di Libera della provincia di Siena, il Coordinamento Anpi Valdichiana, Legambiente Valdichiana e Amica donna – Centro antiviolenza Valdichiana, e punta a coinvolgere attivamente le istituzioni locali per affermare e far vivere nel territorio i principi della Costituzione antifascista

La Carta di Monticchiello

dav

ANPI chiede lo scioglimento delle organizzazioni neofasciste

Apprendiamo dalla stampa della presenza di Roberto Fiore in piazza Salimbeni, per un comizio elettorale in vista delle prossime elezioni del Parlamento europeo. 
E’ una presenza anticipata dai manifesti elettorali che per settimane sono rimasti gli unici a campeggiare negli spazi della propaganda elettorale; è una presenza resa inevitabile, per quanto paradossale, dallo stesso gioco democratico cui sono state autorizzate forze dichiaratamente estranee non solo a questo orientamento, ma nostalgiche senza pudore di un regime che della democrazia fece strame.

Continua a leggere “ANPI chiede lo scioglimento delle organizzazioni neofasciste”